Che si tratti di un viaggio di lavoro o di quella vacanza che abbiamo sognato per mesi chiusi in casa, non c'è niente di più spaventoso del moderno incubo di contagiarsi stando lontani da casa. Nulla vale il rischio di essere soli e in quarantena in un paese straniero, dipendenti da un sistema sanitario straniero e sentirsi completamente impotenti.

Mentre il mondo sta lentamente ripensando a viaggiare e si prepara ad affrontare le nuove e rigide misure di sicurezza che i paesi e le compagnie aeree stanno imponendo, è tempo di vedere se c'è qualcos'altro che possiamo fare per assicurarci di essere veramente protetti - e per evitare scenari peggiori.

La Nuova Normalitá

Le compagnie aeree e gli aeroporti stanno prendendo tutte le precauzioni immaginabili possibili per rendere il viaggio il più sicuro possibile. Dalla disinfezione di spazi e superfici pubbliche alla riduzione al minimo del contatto tra il personale e i passeggeri; dal controllo della temperatura di tutti al test PCR; dalla distribuzione di kit igienico-sanitari a ciascun passeggero e dall'assicurarsi che i passeggeri indossino la mascherina dal momento in cui entrano in aeroporto fino a destinazione. Gli sforzi delle compagnie aeree e gli aeroporti sono davvero notevoli.

La Mancanza nella Protezione Personale

Nonostante tutte le misure di precauzione, resta ancora la sensazione di essere vulnerabili. Non sappiamo mai accanto a chi potremmo essere seduti in viaggio. Ció poteva risultare scomodo in uno scenario pre-pandemia, ma di questi tempi è ancora più spaventoso, soprattutto quando certe persone si negano ad indossare la mascherina o magari gli scivola via mentre si addormentano accanto a te. Inoltre, il metodo di controllo della temperatura all'imbarco lascia molto spazio agli errori poiché i virus hanno pochi giorni di incubazione, il che significa che qualcuno potrebbe presentare sintomi chiari mentre in realtà è già contagioso. Tutto ciò ci rende vulnerabili, anche se rispettiamo rigorosamente tutte le misure di sicurezza.

Protezione personale Completa

Taffix colma quella lacuna nelle misure di protezione personale contro i virus. Lo spray nasale ha una comprovata efficacia di 5 ore nel bloccare i virus trasmissibili per via aerea, come il virus attuale, ma anche il virus dell'influenza stagionale e tutta una serie di altre patologie a carico dell'apparato respiratorio.
Non costituisce un'alternativa alle misure di sicurezza sopra menzionate, ma fornisce una protezione complementare se usato come parte della nuova routine di viaggio.

Quando usare

Taffix va utilizzato al meglio pochi minuti prima di entrare in aeroporto poiché si attiva entro 50 secondi dal momento dell'utilizzo ed è efficace fino a 5 ore. Può essere utilizzato fino a 3 volte al giorno, fornendo protezione durante l'intero viaggio.

Come funziona

Taffix è dotato di un meccanismo d’azione brevettato, che crea un microambiente ostile nel naso. Lo spray crea una barriera in gel ultra-sottile nella cavità nasale, che porta il pH del naso a 3,5 che non consente la sopravvivenza dei virus trasportati nell’aria. Il gel dura fino a 5 ore, a differenza della soluzione liquida che evaporerebbe dopo pochi minuti.

Viaggiare in sicurezza con Taffix

Gli aerei, come i treni e gli autobus, usano un sistema di aerazione centralizzato che favorisce la proliferazione dei virus nell’ambiente. È per questo che spesso ci si ammala dopo un lungo viaggio in aereo. Anche solo una persona infetta a bordo può far ammalare tutti gli altri passeggeri. Finora il virus che contraevamo era quello dell’influenza stagionale e dopo un viaggio potevamo aspettarci di non sentirci bene per qualche giorno.

Usando Taffix come parte della vostra routine di viaggio, avrete un livello aggiuntivo di protezione personale. E sappiamo quanto proteggersi sia importante non solo per noi stessi, ma anche per aiutare la collettività a contrastare la diffusione delle patologie a carico del sistema respiratorio.